Controllo dell'elaborazione del suono direzionale

Funzione
Fornire al cervello le informazioni acustiche in modo che gli utenti siano in grado di selezionare e concentrarsi sul suono di interesse, senza necessità di dover cambiare programma.

Vantaggio per l'utente finale
Modo naturale e discreto per assicurarsi che gli apparecchi acustici siano in modalità direzionale ogni volta che è necessario.

Diversi studi dimostrano che la maggioranza degli utilizzatori di apparecchi acustici con programmi selezionabili non cambia programma per la maggior parte del tempo. Potrebbe pertanto non trarre beneficio dalla direzionalità. Allo stesso tempo, la direzionalità convenzionale potrebbe ridurre la consapevolezza dell'ambiente circostante da parte dell'utente.

Quelle riportate di seguito sono funzionalità specializzate che attivano automaticamente l'elaborazione del suono direzionale in base all'ambiente sonoro. Garantiscono un utilizzo appropriato della direzionalità e contribuiscono a bilanciare i vantaggi della direzionalità con la consapevolezza ambientale.

Soft Switching

Consente di commutare in modo naturale e discreto l'apparecchio acustico dalla modalità direzionale alla modalità omnidirezionale e viceversa, a seconda dell'ambiente sonoro. È disponibile per le opzioni Direzionalità Adattiva, MultiScope e AutoScope e, a differenza delle strategie binaurali, può essere applicato anche ai fitting monaurali.
 MODALITÀ DEL MICROFONO SOFT SWITCHING
 Davanti  Parlato Parlato Parlato Rumore Rumore
 Dietro  Silenzio Balbettio Rumore Rumore Parlato
 RISPOSTA DEL MICROFONO


 

Omnidirezionale







Direzionale






Direzionale
 

Omnidirezionale



Omnidirezionale 

Soft Switching sincronizzato

Utilizza la comunicazione ear-to-ear per garantire che entrambi gli strumenti di un fitting binaurale siano impostati sulla stessa modalità del microfono.

Tempo di attivazione:
tempo necessario per identificare l'esigenza di direzionalità: 3 secondi.
Durata dell'attivazione della direzionalità: 10 secondi.

Tempo di disattivazione:
tempo necessario per identificare la fine dell'esigenza di direzionalità: 3 secondi.
Durata della disattivazione in omnidirezionale: 20 secondi.

Direzionalità Naturale II

Impiega una strategia di fitting asimmetrico con un orecchio sempre in modalità direzionale (l'orecchio "focus") e un orecchio sempre in modalità omnidirezionale (l'orecchio "monitor"). L'orecchio "focus" è, secondo le prescrizioni, quello che sente meglio. Il cervello può creare un'immagine binaurale unificata basata su quale orecchio ha la migliore rappresentazione del segnale di interesse. Questo permette agli utenti di rimanere consapevoli dei rumori di fondo, non richiede la vigilanza da parte dell'utente per cambiare programma e aumenta la facilità di ascolto.


Direzionalità Binaurale

Si basa sullo scambio di dati ear-to-ear per selezionare la modalità ottimale del microfono su ogni orecchio in modo che il segnale vocale più forte sia chiaro, ma senza perdere la capacità di percepire l'ambiente circostante e il parlato di altri astanti.

Studi clinici dimostrano che gli utenti che utilizzano la Direzionalità Binaurale hanno utilizzato la modalità direzionale per il 22% del tempo. Questo dato è coerente con la ricerca sulle preferenze dell'utente per la direzionalità nella vita quotidiana.

   Omnidirezionale
 Omnidirezionale/direzionale
 Direzionale bilaterale

 MODALITÀ DEL MICROFONO DIREZIONALITÀ BINAURALE
 
 RISPOSTA DEL MICROFONO
 Dir/ DIr  Dir/ Omni  Omni/ Dir  Omni/ Omni
       

Direzionalità Binaurale II con Spatial Sense

Amplia la strategia della Direzionalità Binaurale utilizzando Spatial Sense quando gli apparecchi acustici si trovano nella modalità del microfono omnidirezionale/omnidirezionale.

Solo per apparecchi acustici con microfono doppio.

Direzionalità Binaurale III

Migliora la capacità di percepire i suoni lateralmente e dietro; più del 30% delle volte il segnale di interesse non è direttamente davanti al soggetto che porta l'apparecchio acustico.